E’ con profondo dolore che dobbiamo comunicare che il 19/01/2019, è serenamente mancato il ns. Presidente onorario di Gruppo, Amm. Lucio Gattini Bernabò, da tutti noi, e per Sua precisa richiesta, chiamato semplicemente “il Comandante“.
Classe 1920, è stata una figura di spicco sia nella Regia Marina sia nella Marina Militare sia nella vita associativa del Gruppo ANMI di Milano. Da giovane Ufficiale di rotta del R.C.T. Maestrale, il 09/01/1943, a ca. 40 miglia da Biserta (Libia), dopo un attacco da parte di un sommergibile nemico, che distruggeva la poppa del Maestrale, e dopo la successiva difficile manovra di ormeggio in acque alte, fu, in compagnia del comandante dell’unità, C.V. Bedeschi, l’ultimo ad abbandonare l’unità, stringendo al petto la bandiera di combattimento. A guerra finita, fu lui a consegnare la bandiera di combattimento alla nuova unità della Marina.
Da “civile”, da componente del CD, prima, e da Presidente, poi, del Gruppo ANMI di Milano, si battè con tutte le sue forze per dare a Milano un monumento ai Marinai, la famosa “Fontana-Monumento “Onda-Vittoria” (in quello che diverrà Largo Marinai d’Italia), che venne inaugurata nel 1967 alla presenza delle più alte cariche dello Stato e della Marina. Ma si battè, altresì, perchè in Darsena si giungesse alla edificazione in muratura (1972-1974), in luogo di quella in legno, dell’attuale nostra prestigiosa Sede; per realizzare questo progetto riuscì a coinvolgere la miglior parte della società civile per ottenere dei fondi e promosse una sottoscrizione fra i marinai meneghini, per arrivare a dare a Milano, nel luogo dove nel 1911 l’Associazione era nata , una “Casa dei Marinai“.
Come detto, si è spento serenamente, con un pensiero alla sua famiglia… ed alla sua “famiglia marinara”.
I funerali si sono svolti ieri 21/02, alle ore 11, in Milano, presso la Parrocchia Don Orione, via Caterina da Forlì n. 19 con una grande e commossa partecipazione di un drappello di ex Marinai e di un folto gruppo di amici, parenti e conoscenti.